Author Archive

Vittorio Camardese, l’uomo che inventò il tapping

Written by Redazione Chitarre on . Posted in Artisti, Home-News

VittorioCamardese

Il web può far rinascere storie che sembravano destinate a rimanere sepolte nella memoria. Una di queste è la storia di Vittorio Camardese, chitarrista stimato da alcuni tra i musicisti più famosi.

Dal 2 luglio, su Indiegogo, popolare piattaforma di crowdfunding, partirà la campagna per contribuire al progetto di ricerca e documentaristico. Il giorno non è casuale, infatti, esattamente un anno fa, grazie alla condivisione sui principali social network del  video della partecipazione di Camardese al programma televisivo Chitarra Amore Mio, il mondo della musica si accorge di lui. L’idea è quella di trovare i fondi e ritrovare lo stesso entusiasmo del popolo del web per poter contribuire, con diverse modalità, alla realizzazione di un documentario incentrato sulla figura del semisconosciuto chitarrista.

Un progetto nato anch’esso dal web.

Quando Vania Cauzillo, una giovane regista lucana di Potenza, vede il video su YouTube, in cui un uomo, ospite di un programma Rai del 1963, si esibisce con la sua chitarra, anche lei, come tutti, rimane letteralmente di stucco. Per tre motivi. Il primo: il chitarrista suona con una tecnica personalissima e mai vista prima; il secondo: nonostante quel metodo, il chitarrista è praticamente sconosciuto; il terzo: il chitarrista è un suo concittadino: Vittorio Camardese.

Il video, caricato da Roberto Angelini, cresciuto con Vittorio e anche lui chitarrista, aveva già fatto il giro del mondo, commentato da due dei più grandi chitarristi viventi. I nomi? Guthrie govan, Joe Satriani e Bryan May che, tramite Twitter, l’hanno condiviso l’uno sul profilo dell’altro. Ve l’immaginate il chitarrista dei Queen che guarda il video e, abbandonato il suo aplomb inglese, strabuzza gli occhi e chiama il suo amico Joe, esclamando frasi di scomposta eccitazione di fronte a cotanto, dimenticato, genio?

La regista decide così di chiedere ad Angelini di raccontare assieme questa storia e da qui parte la ricerca: Vittorio, scomparso nel 2010, era un medico radiologo al “Gemelli” di Roma, ed era una leggenda nell’ambiente musicale della capitale, nonostante avesse sempre riservato la sua straripante bravura a pochi fortunati amici, tra cui Chet Baker e Stephane Grappelli e tanti altri, lasciando pochissime tracce della sua musica.

chet e vittoNasce così l’idea di un documentario- subito sposata dalla casa di produzione Oph!en – che racconta la sua figura sfuggente e geniale: una sfida per restituirgli quel posto nella musica che gli manca e che merita in pieno.

Ma il compito non è facile perché Vania Cauzillo, insieme a Mimmo de Musso (co-autore del progetto) e Vittoria Smaldone (responsabile ricerca e documentazione), vuole raccontare una musica che non c’è, e che risiede solo nella memoria di poche persone e in rarissime testimonianze.

Perché tutto questo non svanisca, hanno deciso di chiedere un contributo a chiunque voglia conoscere una storia così bella e goderne in un documentario.

Sperando che dal web possa rinascere una musica e una storia

La campagna su Indiegogo.

Ufficio Stampa Vittorio Camardese Film Project

vcamardeseproject@gmail.com - cell: 3494050254 / 3486533673

Per approfondimentiwww.vittoriocamardese.com

Facebook  Twitter  You Tube  Instagram  Google Plus 

AMPLITUBE CUSTOM SHOP – le ultime novità

Written by Redazione Chitarre on . Posted in News, Strumenti

IK_Wampler-Pinnacle_Deluxe e NirvanaDue nuovi modelli di pedali coniati sulla base di altrettanti stompbox della gamma Wampler. Il primo è il Pinnacle Deluxe, che si propone di catturare il famigerato ‘brown sound’ ottenuto spingendo al limite i Marshall plexi di primo tipo. Il nome di Eddie Van Halen non è casuale. Con doppio stadio di gain, boost switch, controllo di tono e contour.

CHITARRE 341 LUGLIO-AGOSTO 2014

Written by Redazione Chitarre on . Posted in Sommario

Chitarre 338 Aprile 2014 ok1, 2, 3… ZEPPELIN!

I primi tre album rimasterizzati e corredati da inediti di vario genere rilanciano di nuovo il mito della grande rock band inglese, con l’aiuto (involontario?) di una nuova causa di plagio che rischia di ritardare la (ri)pubblicazione della mitica “Stairway to Heaven”. Qualche volta avranno anche copiato, ma… che classe, ragazzi. Ascoltiamo e commentiamo assieme i tre storici album e i pezzi scelti da Page per integrarli. Al nostro Gianlorenzi il compito di completare il lavoro con degli esempi da suonare.

 

_________________________________________________________________

 

ARTISTI

  ANDREA BRAIDO

La serietà, ma anche la grande cultura musicale di Braido filtrano tra le righe delle sue risposte. Uno dei più grandi e interessanti chitarristi del panorama italiano è passato dalle collaborazioni prestigiose del passato al concentrare la sua carriera su progetti personali come il nuovo Multidimensional, diviso fra cover e inediti

CHRIS WOODS - Il giovane chitarrista acustico, originario della Cornovaglia, nelle sue performance sprigiona un suono acustico pieno di energia, con sfumature jazz, una tecnica mista di fingerstyle percussivo e plettro in legno. Il suo metodo Percussive Acoustic Guitar è un vero must…

 

 BRAD GILLIS

Abbiamo incontrato il chitarrista americano, famoso oltre che per avere fondato i Night Ranger anche per avere avuto l’onore e il pesantissimo onere di sostituire Randy Rhoads nella band di Ozzy per il tour del 1982.

RICKY PORTERA - Ha registrato tre album solisti in quarant’anni di carriera e, insieme al suo grande amico Maurizio Solieri, è considerato tra i chitarristi rock di punta del panorama musicale italiano. Lo abbiamo incontrato all’immediata vigilia dell’uscita del suo lavoro intitolato Fottili.

 

_________________________________________________________________

 

STRUMENTI

 

 GIBSON SGJ 120 Anniversary

Una nuova SG per festeggiare il 120° anniversario della Gibson con alcune caratteristiche interessanti fra cui spiccano i versatili pickup Zebra ’61. Fa parte di una una linea totalmente rinnovata anche nei modelli più economici.

 

 FAITH Naked Venus Concert CE

Un’acustica che punta tutto sulla naturalezza del contatto col legno e sulla praticità del formato. Uno strumento di medio livello con un discreto rapporto qualità/prezzo costruito in oriente sotto specifiche del designer inglese. Con un look essenziale ma più elegante di molte concorrenti dello stesso livello, è una buona alternativa per l’acquisto

 

 AUDIO-TECHNICA digital wireless System 10 Stompbox ATW 1501

Un nuovo sistema wireless semplice da usare, user friendly, non troppo costoso, sicuro e… con qualità del suono digitale e in formato stompbox.


 MOVALL Black Widow, Firefly, Hornet

Ancora un set di pedali tratti dal catalogo Movall. Questa volta ci concentriamo sugli overdrive con tre modelli che esplorano tutte le sfumature di uno dei principali effetti a disposizione dei chitarristi. Ad un prezzo molto invitante…

 

_________________________________________________________________

 

TUTORIAL

 

 COVER STORY: Jimmy Page

Simone Gianlorenzi ha scelto alcuni brani fra i meno ‘inflazionati’ del chitarrista inglese per completare la cover story di questo mese, dedicata ai primi tre storici album dei Led Zeppelin.

 

ACOUSTIC CORNER: suddivisione ritmica

Continua il lavoro di Max Cona sulla suddivisione ritmica partendo dalle basi e cioè dai valori musicali, i segni che indicano la diversa durata dei suoni, attraverso una serie di esercizi.

 

 JAZZ: intervallic lines II

Gianfranco Continenza continua sulla linea della lezione del numero di giugno usando altre combinazioni di intervalli per stimolare la creatività nell’improvvisazione.

 

EVOGUITAR: questione di mignolo

Nell’evoluzione tecnica di ogni chitarrista c’è anche posto per una sana analisi relativa all’ottimizzazione e al potenziamento articolare. Parola di Andrea Quartarone.

 

 

STEF BURNS LEAGUE – PARTE IL ROOTS & WINGS SUMMER TOUR 2014

Written by Redazione Chitarre on . Posted in News

Roots & Wings Summer Tour 2014Dopo l’esordio con “What Doesn’t Kill Us”, esce ora “MIRACLE DAYS” nuovo singolo e videoclip tratto dall’album ROOTS & WINGS (Ultratempo/Self) della SBL Stef Burns League, collettivo di musicisti con i quali STEF BURNS porta sul palco l’energia e l’entusiasmo che lo caratterizzano, e ai quali ci ha abituato nei suoi tour con Vasco Rossi

Nomad tour di Bombino

Written by Redazione Chitarre on . Posted in Home-News, News

bombino02Prosegue il Nomad tour di Bombino, iniziato a Catania a fine maggio per la prima edizione del  festival La natura della mente diretto da Franco Battiato.

Bombino è nato e cresciuto in Niger, ad Agadez, nel nord dell’Africa, nella tribù dei Tuareg Ifoghas, che lotta da secoli contro il colonialismo e l’imposizione dell’Islam più severo. Costretto a fuggire più volte con la sua famiglia, durante una visita i parenti dimenticano una chitarra che il piccolo Bombino tiene per sé, iniziando ad esercitarsi. Sin da giovane diventa allievo del celebre chitarrista Tuareg Haia Bebe e poco dopo entra a far parte della sua band, acquisendo il soprannome di Bombino, una storpiatura dell’italiano “bambino”. Inizia ad appassionarsi a Jimi Hendrix e Mark Knofler, di cui studia le tecniche durante i pascoli tra Algeria e Libia. Tornato in Niger Bombino intraprende la carriera di musicista a tempo pieno e il suo talento non passa inosservato. Nel 2009 un incontro casuale con il regista Ron Wyman cambia irrimediabilmente il suo destino. Ma è solo un anno dopo che Wyman riesce a rintracciare Bombino, nel frattempo costretto a fuggire in Burkina Faso in seguito all’assassinio di due membri della sua band, uccisi in una rivolta. Wyman dedica gran parte del suo documentario sulle tribù Tuareg a Bombino e diventa produttore di Agadez, l’esordio solista su disco (il primo album risale al 2009, Group Bombino – Guitars from Agadez, vol. 2).

Nel frattempo la fama del giovane talento cresce fino ad essere conosciuto in tutto il mondo e suonare nei più importanti festival musicali, con collaborazioni di tutto rispetto, tra cui quella con Keith Richards. Dan Auerbach (The Black Keys) incontra Bombino e ne rimane folgorato, decidendo così di produrre Nomad, il terzo disco ad aprile 2013 su etichetta Nonesuch/Warner. Registrato nello studio di Auerbach a Nashville. Nomad è l’incontro del desert-rock con il blues.

Sul palco:  Bombino: voce, chitarra; Avi Salloway: chitarra, djembe, voce; Youba Dia basso, voce; Corey Wilhelm: calabash.

Queste le date: 14 luglio Pistoia Blues, 16 luglio Villa Manin di Udine,  20 luglio Festival Eutropia a Roma, 3 agosto Trasimeno Blues di Città della Pieve( Pg), 14 agosto Bioparco Zoom Ddi Torino, 15 agosto Mamma Blues Festival di Nureci (Or), 16 agosto Ariano Folk Festival ad Ariano Irpino (Av), 17 agosto Festa Radio Onda D’urto a Brescia.

Info: www.musicalista.it

 

Festival au Désert/Presenze d’Africa

Written by Redazione Chitarre on . Posted in Home-News, News

Amadou et Mariam session studioSaranno Amadou & Mariam, gli ambasciatori della musica del Mali nel mondo, ad aprire con un’anteprima la quinta edizione del Festival au Désert/presenze d’Africa il 26 giugno al Teatro Romano di Fiesole (Fi).  I due straordinari musicisti che hanno contagiato con i ritmi e le melodie solari della propria terra star come Manu Chao, gli U2, i Coldplay, David Gilmour, Damon Albarn e Jovanotti, arrivano in Italia  grazie all’agenzia Musicalista.

Amadou & Mariam – oramai considerati due popstar nel circuito globale della World Music incentrano il proprio stile musicale su contaminazioni tra musiche maliane tradizionali e chitarre rock, violini siriani, trombe cubane e altri strumenti tradizionali di Egitto, Colombia, India e altri paesi, un genere che viene spesso definito “African blues”.

 Il loro concerto, in anteprima nazionale al Festival au Désert è inserito nella rassegna Suona francese, organizzata e promossa dall’Ambasciata di Francia in Italia e dall’Institut français Italia, con il sostegno dell’Institut français, della Fondazione Nuovi Mecenati, della Sacem, del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca – Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica, del Ministero della Cultura e della Comunicazione francese e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, e con Edison in qualità di main partner.

Il Festival au Désert/Presenze d’Africa proseguirà nei giorni 24 e 25 luglio nel Complesso Le Murate di Firenze a ingresso libero.

Ufficio stampa Musicalista (Amadou&Mariam): Giulia Di Giovanni +393341949036 : giulidigi@gmail.com; Antonella Bartoli  +393397560222 : bartoli.anto@gmail.com

Ufficio stampa Suona francese 2014: Elisabetta Castiglioni 06 3225044 – 328 4112014 – elisabetta@elisabettacastiglioni.com

Ufficio stampa Ambasciata di Francia: Muriel Peretti 06 68601203 – muriel.peretti@diplomatie.gouv.fr

I Lemmins pronti a suonare a “In Birra Sound” 2014

Written by Redazione Chitarre on . Posted in Home-News, News

Lemmins-02Ci siamo quasi.  La terza edizione del festival In Birra Sound, nella splendida cornice del Centro Anidra di Borzonasca, nell’entroterra ligure di Chiavari, sta per iniziare.

Il 20 luglio, come sempre, birra a volontà, buona musica e workshop musicali degni di assoluto rispetto. E in più, le preselezioni alla seconda edizione di Song & Sound Session, l’evento che questo inverno tanto ha fatto parlare di sé… Sta infatti per giungere alla sua tappa finale SONG & SOUND SESSION,   la 1^ MASTER CLASS RESIDENZIALE PER AUTORI E INTERPRETI DI CANZONI CON ASSEGNAZIONE DEL PREMIO GIANCARLO BIGAZZI. I 5 giorni no stop di Laboratorio dal vivo, condotti da tutor di altissimo livello, hanno prodotto 5 bellissimi brani che verranno presentati al concorso  finale durante la 3^ edizione di In Birra Sound 2014, al centroAnidra di Borzonasca (GE). In questa occasione gli ideatori e direttori organizzativi della Master Class, Franco Zanetti (Rockol) e Paolo Anessi (MS Records), saranno lì per ascoltare e valutare nuovi brani, testi e interpreti per le preselezioni alla prossima edizione di Song & Sound Session 2015.

Ne approfittiamo a maggior ragione per fare due chiacchiere con i Lemmins, uno dei tre gruppi che hanno vinto la precedente edizione di In Birra Sound, e che si esibiranno di nuovo a luglio…