WARWICK BASS CAMP 2014

Written by Redazione Chitarre on . Posted in Home-News, News

WARWICK BASSCAMPAnche quest’anno la Warwick/Framus ha organizzato nella splendida cornice di Markneukirchen (Germania) il suo annuale Bass Camp con un’affluenza dichiarata di oltre 4000 persone. Alphonso Johnson, Victor Wooten, Steve Bailey, Chuck Rainey, Stuart Hamm sono solo alcuni degli ospiti e dei “professors” che hanno vivacizzato la manifestazione tra clinics, prove di strumenti, cene, birre e jam session…

Premio Poggio Bustone 2014

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Home-News, News

locandina_poggio_bustone_2014Si è chiuso il 5 settembre scorso il decimo appuntamento con il Premio Poggio Bustone. Sul palco dieci finalisti provenienti da tutta Italia. Ha condotto la serata Maria Luisa Lafiandra che ha curato anche la direzione artistica del festival.

Primi classificati Deborah Italia e Leon Dall’O con Il circo degli assenti. Secondo classificato Ruben Coco con Blu. Terzo classificato Massimo Donno a cui è stato assegnato anche il premio per la personalità artistica per la miglior cover, un’intensa interpretazione de I giardini di Marzo.

Hanno partecipato alla serata finale:

Deborah Italia / Leon Dall’O con il pezzo Il circo degli assenti

Frieda con il pezzo A’ Paris

Gilda Soriente con il pezzo Il regalo

Livio Livrea con il pezzo Il maestrale

Massimo Donno con il pezzo Partenze

Mud con il pezzo Un punto dentro all’universo

Narsil Rock con il pezzo Se cala il buio

Renato Buccheri con il pezzo Come Dormire

Ruben Coco con il pezzo Blu

Sole Andreuzzi con il pezzo Fuori orbita

 

Sul palco si sono avvicendati alcuni chitarristi, abbiamo fatto quattro chiacchiere con alcuni di loro.

Cominciamo con Luigi Sfirri, il chitarrista di Ruben Coco.

Come vedi il futuro della chitarra nella musica di oggi? 

LS: Mi piace molto la contaminazione tra strumenti acustici, chitarra elettrica e perché no, basso. Penso che ormai sia inarrestabile la fusione tra il mondo delle sei corde e il mondo della musica sintetica. Credo che tuttavia non potremo mai fare a meno delle sonorità tipiche che si sono sviluppate negli anni ’60 con il rock.

Quale approccio utilizzi nell’uso della chitarra a supporto della canzone d’autore?

LS: vengo dalla chitarra elettrica, ma con Ruben mi piace spesso usare la chitarra acustica per la sua capacità di esprimersi in modo più orchestrale. In questo set faccio molto uso della loop station realizzando tessiture ritmiche tra chitarra e voce che, a volte, viene utilizzata (da Ruben) anche per la realizzazione di armonie.

 

È la volta di Massimo Donno.

Come vedi il futuro della chitarra nella musica di oggi?

MD: Il futuro della chitarra, per quanto riguarda il mio approccio allo strumento,

va letto e contestualizzato nell’ambito specifico dei diversi generi musicali.

Personalmente, a livello trasversale tra i generi, ricerco un tipo di sonorità acustica, asciutta, essenziale ma che diventi supporto e cornice a sonorità e ritmiche sintetiche, elettriche, addirittura elettroniche. La ricerca, per quanto mi riguarda, è volta allo spogliare di tecnicismi eccessivi lo strumento, per ridargli essenzialità, centralità, anima e sostanza con l’effettistica ridotta al minimo in una cornice moderna.

Quale approccio utilizzi nell’uso della chitarra a supporto della canzone d’autore?

MD: penso che ogni musicista sia quello che ascolta. Il che non significa emulare ma vivere un determinato linguaggio musicale e farlo proprio, averlo sotto pelle. Per me la chitarra è centrale, nel momento della composizione, soprattutto a livello armonico e ritmico. Se a livello ritmico, nell’unione con il resto della band, l’assetto può variare, a livello armonico difficilmente mi discosto da quanto fatto durante la composizione. La vera ossatura dei miei brani è proprio quella armonica, ed è quella che difficilmente subisce variazioni sostanziali. Si tratta di far parlare due istanze fondamentali, quella armonica e quella melodica e la difficoltà sta nel far venire fuori il testo (legato alla melodia) senza che la musica possa in qualche modo ostacolare il fluire della narrazione.

 

Sentiamo cosa ne pensa Francesco Romio, uno dei chitarristi dei Narsil Rock:

Come vedi il futuro della chitarra nella musica di oggi?

FR: Personalmente, essendo cresciuto negli anni ’80, mi sono appassionato a questo strumento  guardano in TV ed ascoltando gli album dei chitarristi di quel periodo (Dody Battaglia, Solieri, Braido, Slash, Vai, Gilmour, Brian May, Hendrix ecc). Un periodo nel quale gli assolo potevano durare anche dieci minuti. In quasi ogni pezzo era presente un assolo ed i riff di accompagnamento delle chitarre risultavano essere una parte fondamentale del pezzo. Negli ultimi anni  sta avvenendo un grosso mutamento e ci stiamo avvicinando ad un futuro dove ascoltare un live sarà come ascoltare un CD ad alto volume. Non vedo un futuro molto roseo per la chitarra nella musica di oggi ma credo che i generi musicali in cui essa conserverà ancora il suo ruolo di spessore diventeranno sempre di più generi d’elite come il jazz, blues e la musica classica.

Quale approccio utilizzi nell’uso della chitarra a supporto della canzone d’autore?

FR: Avendo un impronta ed uno stile pop è inevitabile che questo esca fuori durante le esecuzioni, in particolare nella scelta degli stili e dei suoni utilizzati. Credo sia fondamentale dare spazio alla timbrica ed all’espressività del cantante che caratterizza il pezzo, senza sovrastare le dinamiche, ma scegliere un compromesso tra le due cose cercando di colorire il pezzo con sfumature di gusto giocando con poche note miscelate con sapienza negli spazi liberi dove la voce ha un ruolo secondario.

Ancora dai Narsil Rock è la volta di Simone Maugeri.

Come vedi il futuro della chitarra nella musica di oggi?

SM: Penso che la chitarra ormai sia sempre più contaminata ma allo stesso tempo sempre più divisa nei generi: uno strumento con il quale è difficile ormai essere originali e quindi spesso porta il chitarrista a ricercare sonorità e stili particolari. La curiosità nello sperimentare è ciò che personalmente da al musicista linfa vitale per emozionarsi ed emozionare, almeno per me. Nel futuro della chitarra vedo (o forse spero) un ritorno alla semplicità hendrixiana intesa come un allontanamento dai virtuosismi esasperati e autocelebrativi propri della chitarra elettrica moderna.

Quale approccio utilizzi nell’uso della chitarra a supporto della canzone d’autore?

SM: Cerco di supportare al massimo il messaggio che il brano vuole trasmettere: libertà, rabbia, amore, tutte emozioni che bisogna provare anche nei confronti dello strumento che amiamo se vogliamo che questo ci aiuti a trasmetterle. La chitarra è secondo me lo strumento che più di ogni altro può aiutarti a sfogare e a  trasmettere tutti gli stati d’animo, anche i più diversi tra loro.

Emiliano Girolami

 

Danelectro Dano 63 e Hodad

Written by Stefano Tavernese on . Posted in Strumenti

SONY DSCContinuano a esercitare il loro fascino strumenti prodotti secondo estetica e caratteristiche inaugurate negli anni cinquanta e apprezzate poi da fior di chitarristi. Una è la replica dell’originale Silvertone 1449, l’altra il ritorno di un modello nato alla fine degli anni novanta… Lipstick rules!

 

 

Il video dei test di Alex Massari sono collegati all’articolo pubblicato sul numero 342 di Chitarre Magazine (Settembre 2014).

 

 

 

Jad & Frèer Glam Head & Box 1×12 V30

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Strumenti

SONY DSC Costruito con grande cura e attenzione a ogni dettaglio, il piccolo – ma denso – stack composto da  testata 50W e coppia di cabinet 1×12” offre molto più dell’indispensabile per ricavare un buon  suono dal proprio strumento. A maggior gloria dello sferragliante mondo chitarristico e della  produzione rigorosamente italiana…

 

 

CHITARRE 342 – Settembre/Ottobre 2014

Written by Redazione Chitarre on . Posted in Sommario

Chitarre 338 Aprile 2014 ok SLASH & THE CONSPIRATORS

A metà settembre esce il nuovo, atteso album di una moderna icona del rock più classico, forse il chitarrista più amato dai giovani axeman e strenuo difensore della formula più scarna e tradizionale, una ricetta a base di blues, sudore e alte dosi di energia che richiede seriamente un  ’fisico bestiale’ per affrontare le sfide del palco e della vita di tutti i giorni. Ne sa qualcosa Slash…
Giunto oggi al terzo capitolo della sua carriera solista, il chitarrista  continua a sfornare dischi di hard rock duro e puro, sempre fedele al suo approccio diretto e bluesy, e di nuovo al fianco di Myles Kennedy, con cui sembra aver trovato un’ottima intesa destinata a durare ancora a lungo. World On Fire è il titolo del nuovo lavoro…


_________________________________________________________________

 

GIOCO A PREMI: suona orizzontale!

EVENTIDE-H9_90Per vincere il pedale Eventide H9, capace di gestire qualsiasi effetto fra quelli offerti dai vari stompbox del prestigioso marchio americano, basta sfruttare l’apposita base e seguire le istruzioni per registrare in video la performance che sarà presa in esame dalla giuria di Chitarre.

 

_________________________________________________________________

 

ARTISTI

  ULTIME NUOVE DAL PIANETA (Steve) VAI

I nuovi progetti, qualche utile considerazione e il report dal più recente evento della Vai Academy, Song Evolution Camp, direttamente da un insider di nostra conoscenza…

DARIO VERO
Chitarrista, compositore e produttore, Dario Vero è un italiano che pensa e agisce professionalmente ‘all’americana’… Lucid Dream è un lavoro quasi interamente strumentale in cui le chitarre coprono l’intero panorama armonico e melodico.

 

 LELLO PANICO

E’ uno dei migliori chitarristi italiani e ha pubblicato da poco un album importante in cui ribadisce le sue qualità artistiche e l’importanza di affrontare la sua professione con umiltà ed entusiasmo. Di sicuro è uno che ha parecchio da insegnare, a cominciare dal giusto atteggiamento verso la musica…

 

_________________________________________________________________

 

STRUMENTI

 

 DANELECTRO Dano 63 e Hodad

Continuano a esercitare il loro fascino strumenti prodotti secondo estetica e caratteristiche inaugurate negli anni cinquanta e apprezzate poi da fior di chitarristi. Una è la replica dell’originale Silvertone 1449, l’altra il ritorno di un modello nato alla fine degli anni novanta… Lipstick rules!

 

 JAD & FRÈER Glam Head

Costruito con grande cura e attenzione a ogni dettaglio, il piccolo – ma denso – stack composto da  testata 50W e coppia di cabinet 1×12” offre molto più dell’indispensabile per ricavare un buon  suono dal proprio strumento. A maggior gloria dello sferragliante mondo chitarristico e della  produzione rigorosamente italiana…

 

 OFFICINA ELETTRICA StompAmp Brown

Un amplificatore per chitarra da 30 watt in formato stompbox. Officina  Elettrica è un brand che ci riporta a periodi in cui le realizzazioni di apparati  elettronici italiani erano fatte da ingegneri e tecnici che univano la voglia di innovare alla grande  perizia realizzativa…


 KOR Pedals Soldrive

E’ il frutto della diretta collaborazione fra Kor Pedals e Maurizio Solieri. Appartiene alla serie  dei  pedali Tripli e integra, nello stesso contenitore, un overdrive, un distorsore e un booster…


 ARREL AUDIO Splitter-DI

Dispositivo di fascia alta che risolve molte delle problematiche tipiche dello studio di registrazione, lo splitter R-601, sembra lo strumento ideale per registrare chitarre e bassi…

 

_________________________________________________________________

 

TUTORIAL

 

 COVER STORY: Slash style

Se c’è un guitar hero dell’epoca post-Van Halen che è riuscito prima a emergere, poi a reinventarsi e rimanere all’apice delle classifiche discografiche e di gradimento dei chitarristi, di sicuro porta il nome di Saul Hudson, in arte Slash. Simone Gianlorenzi ne spiega in questo video i cinque-punti-cinque fondamentali…

 

TECHNIQUES: la seicorde monocorde

In questa sua rubrica Dario Vero sostiene e caldeggia le meraviglie di un’orizzontalità tutta chitarristica, insostenibile leggerezza del tessere melodie; ci convince così a tentare la sorte con il gioco a premi di questo numero della rivista, suonando melodie su un’unica corda, o quasi.

 

 ACOUSTIC CORNER: Tommy Emmanuel

In esclusiva per i lettori della rivista, questo mese Massimiliano Cona ospita per la seconda volta nella sua rubrica il grande Tommy Emmanuel, che nel video correlato ci insegna una delle sue composizioni: “Travelling Clothes”, dall’album Live and Solo in Pensacola, Florida.

 

DOCTOR RHYTHM: Timing

Steve Angarthal, fondatore della metal band Fire Trails, in questa sua nuova rubrica inizia a trattare un argomento spesso sottovalutato, che però, può rappresentare un fattore critico per la buona riuscita di una performance, sia in studio che live. Ladies and Gentlemen… il Signor Ritmo!

 

 

Kor Soldrive

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Strumenti

KOR-Solieri_apertura E’ il frutto della diretta collaborazione fra Kor Pedals e Maurizio Solieri. Appartiene alla serie  dei  pedali Tripli e integra, nello stesso contenitore, un overdrive, un distorsore e un booster. La  prima  impressione è subito quella di un oggetto professionale e affidabile…

 

 

 

Officina Elettrica StompAmp Brown

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Strumenti

SONY DSC Un amplificatore per chitarra da 30 watt su 8Ohm in formato stompbox. Officina  Elettrica è il brand che, anche grazie al logo, ci riporta a periodi in cui le realizzazioni di apparati  elettronici italiani erano fatte da ingegneri e tecnici che univano la voglia di innovare alla grande  perizia realizzativa. Artigiani, quindi, che mostrano chiaramente l’intenzione di portare  innovazione e qualità nel mondo degli amplificatori per chitarra…

 

 

Gioco a premi: Suona orizzontale! Il vincitore

Written by Redazione Chitarre on . Posted in Giochi a premi

EVENTIDE-H9-squareDopo aver vagliato i video prodotti dai partecipanti al gioco – diversi dei quali di ottimo livello – la giuria di Chitarre ha scelto, non senza una certa fatica, il vincitore. Si tratta di Fabio Palmitesta, chitarrista di Padova, cui verrà consegnato il pedale Eventide H9 offerto in premio dall’importatore Funky Junk. Complimenti a Fabio, che ha dimostrato di saper interpretare bene lo spirito del gioco con notevole perizia tecnica e buona disinvoltura da uomo di spettacolo. Nel video che segue la sua performance…

Lello Panico: quattro chiacchiere sul blues

Written by Paolo Somigli on . Posted in Artisti

Lello-Panico-web“Non blues, non rock, non jazz”: così recita il titolo del nostro articolo/intervista ad uno dei grandi musicisti italiani dei nostri tempi. Certo: perché Lello Panico non è soltanto queste cose, ma molte molte altre ancora…
Approfittando di un suo passaggio in redazione per parlare del suo nuovo album strumentale, Fifty Years Ago, Lello si è volentieri fatto riprendere in un una serie di video (questo mese pubblichiamo il primo) dove in modo assolutamente informale e piacevolissimo ci racconta uno dei suoi amori, il blues appunto, dal punto di vista di chi la sa davvero molto molto lunga in proposito….

Assistenza Informatica Roma Assistenza Computer Roma Realizzazione Siti Web Roma